donare il sangue

ADMO Associazione Donatori Midollo Osseo

Pubblicato il

 

ADMO   Associazione Donatori Midollo Osseo  

bacino_donaz.jpg

 

A cosa serve “donare il midollo osseo?” 

Alcune malattie del sangue, fra cui forme gravi di leucemie e l’anemia aplastica, possono trovare possibilità di guarigione nel trapianto di midollo osseo. Si può stimare che nella sola Italia circa un migliaio di persone ogni anno, di cui quasi la metà bambini, potrebbero trovare beneficio da questo tipo di intervento, al quale, in molti casi, non vi è alternativa per vivere.Nell’ambito familiare è possibile trovare talvolta un donatore “compatibile” (fratello o sorella). Questa compatibilità si verifica 1 volta su 4. Se ciò non accade, è necessario ricercare persone volontarie disponibili, con un minimo sacrificio personale, a offrirsi come donatori di midollo osseo. Essendo molto rara la compatibilità tra estranei (1:100.000) diventa molto importante avere un alto numero di potenziali donatori. 

Cos’è il “midollo osseo” utilizzato per il trapianto?

 Il midollo osseo utilizzato per il trapianto (detto in termine tecnico midollo emopoietico”) si presenta alla vista come sangue e viene prelevato solitamente dalle ossa del bacino (ossa iliache); esso svolge la funzione di produrre i globuli bianchi, globuli rossi e le piastrine. Il midollo osseo non è il midollo spinale. 

In che cosa consiste l’operazione di trapianto del midollo osseo?

 L’operazione di trapianto del midollo osseo consiste in due fasi distinte: la prima, durante la quale il paziente viene sottoposto a chemioterapia e/o radioterapia, ha lo scopo di distruggere tutte le cellule midollari del paziente stesso (fra cui ovviamente anche quelle malate); la seconda consiste nel somministrare al paziente, mediante trasfusione, il midollo osseo prelevato dal donatore. Le cellule midollari riescono a trovare da sole la strada per raggiungere la collocazione che compete loro e iniziare a lavorare. In un periodo variabile normalmente tra una e due settimane dopo il trapianto, si incominciano a vedere i primi risultati, con la comparsa, nella circolazione sanguigna, di alcuni globuli bianchi nuovi e successivamente anche delle altre componenti del sangue (globuli rossi e piastrine). 

Chi può candidarsi come donatore di midollo osseo? 

Qualunque individuo di età compresa tra i 18 anni (per motivi legali) e i 35 anni, che abbia un peso corporeo superiore ai 50 Kg, può essere un donatore di midollo osseo purché, ovviamente, non sia affetto da malattie del sangue o da altre gravi forme infettive (AIDS, epatite, ecc.). La disponibilità del donatore resta valida fino al raggiungimento dei 55 anni (per motivi medici). 

A che cosa è sottoposto il donatore che viene trovato “compatibile” con un paziente? 

Viene sottoposto, in anestesia generale o epidurale, ad un prelievo di 45 minuti circa, fatto per agoaspirazioni  multiple nella cresta iliaca del bacino.La quantità varia in funzione del peso del paziente.Il ricovero dura 48 ore. La  dolenzia nella zona prelevata è lieve e soggettiva, di solito sparisce in pochi giorni.Il rischio anestesiologico c’è ma finora è solo teorico (1:30-35000 riferito a tutti gli interventi). Se necessario, durante il prelievo viene trasfusa al donatore  un’unità di sangue prelevatogli precedentemente. Questo per evitare i rischi di infezione da trasfusione. Nel giro di 2 settimane il midollo ricrescerà, senza alcuna menomazione.Dal Gennaio 2005 gli organi medici preposti hanno autorizzato i Centri prelievo a raccogliere le cellule staminali anche dal circolo periferico.Siccome però con questo metodo le cellule sono scarse, al donatore sarà chiesto di sottoporsi al trattamento con fattori di crescita (citochine) in modo da moltiplicarle. Il donatore è libero di scegliere fra i 2 metodi di raccolta.Oggi nel mondo più del 50% delle cellule staminali richieste dai Centri trapianto è costituito da quelle del circolo periferico. 

Come si fa a diventare donatori di midollo osseo? 

Per diventare donatori di midollo osseo è necessario, senza impegnativa medica, sottoporsi al prelievo di un campione di sangue (come per una normale analisi) e firmare l’adesione al Registro Italiano Donatori Midollo Osseo. I risultati delle analisi vengono poi inseriti in un archivio elettronico gestito a livello regionale e nazionale. In seguito al riscontro di una prima compatibilità con un paziente, il donatore sarà chiamato ad ulteriori prelievi, sempre di sangue, per definire ancora meglio il livello di compatibilità.A questo punto entra anche in gioco la “serietà” del donatore, infatti l’adesione iniziale firmata in corrispondenza del primo prelievo ha solo valore morale e fino all’ultimo il potenziale donatore può sempre ritirarsi (con quali conseguenze morali per tutti coloro che si sono impegnati sul programma è facile immaginare). Tutto ciò rende chiaro che il donatore di midollo osseo è un donatore atipico, che offre la propria disponibilità, nel caso raro di compatibilità con un paziente, a sottoporsi, nel più vicino centro autorizzato, al prelievo, fastidioso sì, ma che non comporta alcuna conseguenza. La sua disponibilità, gratuita ed anonima, non ha limiti geografici; viene, infatti, a far parte dell’ insieme dei donatori di tutto il mondo.Grazie all’ interessamento di ADMO, dopo anni di iter parlamentare nel 2001 è stata approvata la legge n.52 del 6 Marzo per il riconoscimento del Registro Italiano Donatori Midollo Osseo. La legge prevede permessi retribuiti per l’ espletamento di tutti gli esami relativi alla donazione e tutela la figura del donatore in tutti i suoi aspetti.

Il donatore di midollo osseo è uno dei pochi donatori che, una volta chiamato a rispondere della propria disponibilità, ha la consapevolezza di poter contribuire al tentativo di salvare la vita di un individuo ben preciso, spesso di un bambino.   

 ADMO EMILIA ROMAGNA  Sede Regionale 

Via Testi 4/a – 43100 ParmaTel. 0521272571  

sito internet: www.admoemiliaromagna.it

e-mail : info@admoemiliaromagna.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.