Approcci terapeutici alle patologie da ipo-ossigenazione: dalle trasfusioni al sangue artificiale

Pubblicato il Pubblicato in Avis

prof. Andrea Mozzarelli

Le trasfusioni di sangue sono l’approccio terapeutico d’elezione per il trattamento di molteplici patologie associate ad un ridotto apporto di ossigeno. Tuttavia il sangue può non essere prontamente disponibile oppure non può essere utilizzato per motivi clinici o religiosi. Un’alternativa alle trasfusioni è rappresentata dai sostituti del sangue, biomolecole introdotte nel torrente circolatorio per portare ossigeno ai tessuti. Grazie al contributo della Fondazione Cariparma, è stato condotta una ricerca volta a sviluppare nuovi trasportatori di ossigeno utilizzando emoglobine chimicamente modificate e a validare analisi proteomiche per valutare l’efficacia e gli eventuali danni biologici di sostituti del sangue.
Venerdì 21 ottobre 2011, al Centro S. Elisabetta (Campus) , Università di Parma, si è svolto un importante workshop “Approcci terapeutici alle patologie da ipo-ossigenazione: dalle trasfusioni al sangue artificiale” organizzato dal prof. Andrea Mozzarelli, donatore di sangue e docente del Dipartimento di Biochimica e Biologia molecolare  del nostro ateneo. Durante la conferenza il Prof. Loris Borghi, Preside della facoltà di Medicina e chirurgia,  ha presentato il libro “Chemistry and Biochemistry of Oxygen Therapeutics” edito dalla casa editrice Wiley and Sons, e curato dai Proff. Andrea Mozzarelli e Stefano Bettati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *