Avis e scuole: “Mission Possible”

Pubblicato il Pubblicato in Ultime

dottori.jpg

L’anno scolastico 2009-2010 è ormai terminato, resta da espletare l’ultima più importante fatica quella dell’esame di maturità per gli studenti delle classi quinte, cui Avis si è rivolta per la divulgazione del messaggio riguardante il dono del sangue; rivolgiamo perciò a questi neo maggiorenni un caloroso in bocca al lupo, dedicando loro la lettera di testimonianza di Miriam, studentessa universitaria della facoltà di medicina, attivista Avis nelle scuole superiori insieme ad Ernesto e Silvia.

……..”La nostra esperienza nelle scolaresche è cominciata nel centro trasfusionale, appena conclusa la donazione, con un invito da parte di Alberto: siete donatori e studenti di medicina, cosa ne pensate di raccontare ad un giovane pubblico appena maggiorenne qualcosa del pianeta sangue e portare loro la vostra esperienza di donatori? La nostra risposta: perché no? Pur sapendo che non sarebbe stato affatto facile interagire con ragazzini del quinto anno delle superiori, che si stanno affacciando alla vita adulta, ma sono, com’é normale, vogliosi di divertimento, a volte distanti da temi delicati come la donazione, molto legati alle mode e a tutto ciò che fa tendenza … internet, facebook … i-pod … SITO INTERNET, GRUPPO FACEBOOK, TECNOLOGIA, ma anche EMOZIONI, DIVERTIMENTO, RISATE, BATTUTE …, questi gli ingredienti che abbiamo deciso di usare per mantenere la loro attenzione e lasciare loro un segno! Sì perché dietro il sorriso e lo scherzo, dietro l’uso del personaggio di un film o cartone animato, dietro la barzelletta e la vignetta simpatica, il nostro intento è stato, non solo quello di dare informazioni corrette sul sangue, sulle modalità  di donazione, IL GIUSTO STILE DI VITA, ma anche di colmare un profondo divario dovuto all’indifferenza per molti di loro verso un mondo sconosciuto e lontano e molto spesso  rappresentato da gente di buon cuore, ma a sua volta distante dal linguaggio giovanile perché appartenente ad un’altra generazione! Dall’esperienza maturata in questi due anni, fantastica, possiamo concludere, con una punta di orgoglio, che il nostro obiettivo è stato raggiunto: li abbiamo stuzzicati, incuriositi … in una parola coinvolti! Questo COINVOLGIMENTO si tradurrà un domani non tanto lontano nell’arrivo di questi giovani nell’Avis, come persone consapevoli dell’importanza di quel gesto. Continueremo per questo ad offrire la nostra esperienza, fiduciosi nel fatto che verranno riconosciuti l’utilità, il giusto approccio e la necessità di essere appoggiati da tutta l’associazione.”

Miriam…e con me Silvia ed Ernesto!

PS: mi raccomando, allenatevi per il prossimo anno scolastico, dobbiamo battere il nostro record degli incontri nelle scuole

allenamento.gif

scuola.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *