Ultime

Donate il sangue! Questa la nostra “politica”

Pubblicato il

Donate il sangue! Questa la nostra  

Gentili Donatori, desideriamo prendere una posizione in merito alle affermazioni fatte dalla ex Presidente dell'Avis Comunale di Parma, ora Consigliere e riportate sulla Gazzetta di Parma di Sabato 9 giugno scorso.

Abbiamo infatti ricevuto telefonate di soci donatori iscritti nelle liste Avis di base Università, nelle quali si esprimeva stupore e rammarico per la posizione politica presa dall'ex Presidente Avis comunale, a favore di un determinato candidato Sindaco di Parma.

A questo proposito desideriamo affermare nella forma più chiara che l'Avis è una associazione di volontariato apartitica, apolitica, aconfessionale e il suo scopo è la promozione della donazione di sangue e la sua raccolta, ogni contatto con le amministrazioni locali può avvenire solo ed esclusivamente nell'ambito della nostra sfera di azione. Ogni presa di posizione e soprattutto ogni chiamata al voto dei soci e dei donatori è assolutamente da condannare, perché viola il principio stabilito all'art. 2 del nostro statuto ma soprattutto lede gravemente il nostro principio di assoluta trasparenza di fronte alla politica che è per noi basilare e sul quale si fonda la fiducia e la stima dei nostri soci e donatori.

Chiunque pretenda di parlare a nome dell'Avis e  faccia dichiarazioni pubbliche politiche, tradisce il proprio mandato e sporca la reputazione di una associazione che ha decenni di storia alla spalle, che ha sempre dialogato con tutti e che non ha mai fatto parte di alcuna fazione, nella convinzione che il bisogno e il dolore dei sofferenti ha sempre lo stesso colore e intensità, di qualsiasi razza, religione o idea politica la persona sia.

Consideriamo questo schierarsi al fianco di una parte politica una gravissima violazione di tutti i principi basilari che ci hanno spinto, da decenni a fare volontariato nell'Avis, per cui noi come membri del Consiglio Direttivo dell'Avis di base Università condanniamo queste dichiarazioni e invitiamo i nostri donatori a considerarle come fatte a puro titolo personale.

In quanto poi alla dichiarazione di voto a favore dell'Amministrazione uscente, in ragione della concessione del terreno per la costruenda "Casa del Donatore", crediamo che l'Avis non debba ringraziare e prostrarsi di fronte a chi ha semplicemente fatto il proprio dovere di riconoscere l'enorme mole di lavoro, a livello sanitario ed  educativo, che l'Avis di Parma ha fatto in tutti questi anni, riconoscimento che siamo certi sarebbe stato effettuato da ogni amministrazione, di ogni colore politico.

Per concludere ribadiamo: l'Avis è apolitica e apartitica e il comportamento di noi dirigenti deve essere tale da far sapere alla società cosa significa "donare" e non spiegarle come "votare".

Il Consiglio – Avis di base Università –

 

La vignetta esposta è stata realizzata dal donatore "Fogliazza" e pubblicata da PolisQuotidiano di Parma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.