donare il sangue

Il sangue

Pubblicato il

Il sangue e i suoi componenti: a chi serve?
schema del sangue

Molti di voi, se interpellati, risponderebbero subito che il bisogno di sangue si
verifica soprattutto in alcune condizioni o eventi eccezionali (terremoti, disastri,
incidenti
e così via…).

Altri risponderebbero che il sangue serve negli interventi chirurgici e pochi
direbbero che il sangue serve anche per malattie gravi quali tumori, leucemie,
emofilie.

Con lo schema qui riprodotto vi vogliamo invece informare in modo
sintetico quanto ogni singolo componente del sangue viene utilizzato e
a chi viene somministrato.

Dobbiamo tutti ricordare che il ricorso ad uno di questi componenti del sangue
si rende necessario per un ammalato il cui sangue, o una sua parte, in quel momento
non riesce ad assolvere alle sue funzioni.

Quindi un ammalato avrà principalmente bisogno di:

Globuli bianchi: quando insorgono forme di leucemia del midollo, tumori,
intossicazioni da farmaci;

Globuli rossi: quando è in atto un'anemia (acuta o cronica) una anemia
mediterranea, un'emorragia, mancanza di ferro.

Piastrine: nelle così dette malattie emorragiche caratterizzate dalla
fuoriuscita di sangue dai vasi a livello della pelle, delle gengive, dell'apparato
digerente;

Plasma: quando vi sono state grosse variazioni quantitative dovute ad
ustioni, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione etc.;

Siero: utilizzato per la ricerca di anticorpi specifici di cui un
ammalato ha bisogno e che possono essergli utili, sia a titolo preventivo
(es. sieroterapia antitetanica) sia a titolo curativo quando la malattia
infettiva si è già manifestata.

Appare quindi molto evidente quanto il sangue, con i suoi componenti,
sia per molti ammalati unico e insostituibile fattore di sopravvivenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.