La mia 23^ volta

Pubblicato il Pubblicato in donare il sangue








maurizio_sparacino1.jpg05 luglio 2008, tocca a me: per la 23^ volta eccomi pronto
ad una nuova donazione; alle ore 08:30 in punto mi trovo già davanti la sezione
AVIS dell’Ospedale Maggiore di Parma…..








Sono trascorsi 7 anni dalla mia iscrizione effettuata allora
nel Comune di Cremona (città che mi ha visto presente in qualità di lavoratore
per ben cinque anni di fila). Poi il trasferimento lavorativo a Parma e subito alla
ricerca di informazioni per continuare quel ciclo di donazioni di cui andavo
fiero: dopo un primo transito alla sezione AVIS Crocetta il mio percorso
individuale mi vede "incappare" nella decisione rocambolesca di iscrivermi al
corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Parma. La conoscenza dell’AVIS Università di Parma è immediata, il
sito è stato un richiamo immediato per iniziare a chiedermi se in qualità di
studente dell’Università di Parma non fosse stato più corretto fare parte di
quest’ultima piuttosto che di una sezione scelta a caso. Il pretesto per il passaggio giunge in occasione del
concorso fotografico indetto per il calendario 2008 dell’AVIS Uni PR; sarà il
destino o la passione per il mondo della fotografia, fatto sta che decido di
partecipare e inviare una foto scattata a Melbourne, foto che ritengo azzeccata
per il tema del sorriso. La foto in questione che immortala un bellissimo bambino
biondo correre divertito tra i getti d’acqua di una piazza, entra a far parte
delle 12 selezionate. Il resto è intuibile, dopo uno scambio di mail con Alberto,
il responsabile dell’AVIS Università di Parma (un ragazzo con tanta voglia di
fare, innovare e rinnovare) il passaggio alla sua sezione è immediato e
automatico, mi sento pienamente uno di loro e l’accoglienza di Alberto è di
quella che si può definire come di un amico di vecchia data. Dopo discussioni, progetti, idee realizzate al tavolino
di un bar il suo gesto di riconoscenza mi commuove: la bellissima felpa azzurra
dell’AVIS (un valore più di mille medaglie) segna quest’amicizia "di sangue" tra me e Alberto e io ne approfitto
per indossarla con orgoglio, in ricordo di questa storia che mi appresto a
scrivere. Sabato 05 luglio mi ritrovo steso sul lettino per la mia
donazione di plasma (che alterno alle donazioni di sangue intero per
ripristinare dei valori di ferritina che inevitabilmente, secondo me, si
abbassano quando una persona dona 4 volte l’anno!); ne approfitto per studiare
la materia che tra pochissimi giorni dovrò conseguire: Geografia. "Disturbato" da Alberto che a tutti i costi vuole
immortalarmi con la sua digitale (rito previsto per i donatori dell’AVIS
Università), accetto rassegnato dopodichè torno tra le pagine di quel libro.
Finita la donazione Alberto mi saluta con un "in bocca al lupo" per il mio
prossimo esame.

Com’è andata? 30! AVIS Università di Parma "porta
bene"…in ogni senso!!

Grazie Alberto! Grazie AVIS!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *