donare il sangue

Quale tipo di donazione

Pubblicato il

In generale il donatore, in base ai criteri d'idoneità alla donazione di sangue, ha valori ematici che gli consentono di effettuare sia la donazione di sangue intero che la plasmaferesi o piastrinoaferesi e pertanto il tipo di donazione è spesso scelta volontaria del donatore.

Può accadere che qualche donatore,pur non avendo situazioni patologiche, abbia valori d'emoglobina (pigmento che trasporta l'ossigeno nel sangue) o di ematocrito (percentuale di globuli rossi rispetto la parte liquida del sangue) o di ferritina
(riserva di ferro) al limite minimo o più basso dei livelli idonei per
donare il sangue intero. In questo caso il donatore sarà indirizzato
alla donazione di plasma o piastrine, al fine di non ridurre ulteriormente questi componenti del sangue.

Ad esempio, molte giovani donne fisiologicamente sono più povere di
ferro, d'emoglobina e di ematocrito rispetto agli uomini, però spesso,
per una sorta di compensazione, hanno un numero di piastrine più
elevato.

Viceversa, al donatore con valori di globuli rossi, emoglobina ed
ematocrito elevati sarà da sconsigliare la plasmaferesi e prediligere
la donazione di sangue intero e saltuariamente le piastrine.

La piastrinoaferesi è indicata a chi ha valori di piastrine a 200.000/mm3, ma soprattutto con 300 – 400.000 piastrine/mm3.
Spesso sono indirizzati alla plasmaferesi donatori di gruppo AB e B,
poiché il consumo di globuli rossi o piastrine AB e B è più ridotto
(meno pazienti che ne hanno necessità), rispetto a quelli di gruppo 0 o
A

Sangue intero

È la donazione del sangue come tale;

  • volume prelevato: 450 ml +_ 10%;
  • durata della donazione: 5-7 minuti;
  • requisiti:
    il donatore oltre al possesso dei requisiti generici già considerati ,
    al momento della donazione dovrà possedere un valore di emoglobina(Hb)
    superiore a 13,5g./dl se di sesso maschile, superiore a 12,5 g/dl se di
    sesso femminile;

Il recupero completo dei globuli rossi avviene ad opera del midollo osseo entro 90 giorni (se le scorte di ferro sono adeguate); intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e quella successiva deve essere di 3 mesi, per le donne in età fertile, considerata la minore consistenza delle riserve di ferro, l'intervallo è di 6 mesi.

Il prelievo di sangue intero non necessita di prenotazione; i giorni di maggiore afflusso sono il venerdì e il sabato nei quali si possono verificare tempi di attesa più lunghi.

Plasma da aferesi

La donazione della sola componente liquida del sangue mediante utilizzo
di separatore cellulare, con restituzione di globuli rossi, globuli
bianchi, piastrine;

  • volume prelevato:500-600 ml.
  • Durata della donazione : 35-40 minuti
  • Requisiti : questa donazione è particolarmente indicata per i donatori che hanno le seguenti caratteristiche :
  1. tendenza di valori bassi di emoglobina (Hb) o di ematocrito (Ht)
  2. ridotte riserve di ferro (ferritina)
  3. gruppi sanguigni (B e AB) per i quali vi è scarsa richiesta trasfusionale di concentrati di globuli rossi

Il recupero della componente donata avviene nel giro di poche ore,
ingerendo una quantità di liquidi pari a quella persa e con una normale
alimentazione

Piastrine da aferesi

La donazione delle sole piastrine sospese in una modesta quantità di
plasma (150-200ml) mediante separatore cellulare, con restituzione
delle restanti componenti del sangue;
volume prelevato: circa 250 ml. di concentrato piastrinico plasma compreso
durata della donazione : da 1 ora a 1 ora e 15'
Requisiti : oltre al possesso dei requisiti generici, al momento della
donazione, il donatore dovrà possedere una conta piastrinica di almeno
200.000/mm3.

Il recupero della quantità cellulare donata è compensato, in parte,
immediatamente dalla milza che rappresenta un serbatoio di piastrine
mature, e per la restante parte dalla produzione di nuove piastrine da
parte del midollo osseo entro 5 giorni.

La donazione viene richiesta sulla base delle necessità dei pazienti
e il donatore viene contattato fra quelli che hanno dato la loro
disponibilità.
L'intervallo minimo consentito tra due donazioni di plasma e tra una
donazione di plasma e una di sangue intero o piastrine deve essere
almeno di 14 giorni, mentre quello tra una donazione di sangue intero o
piastrine e una di plasma deve essere di almeno 1 mese.
La donazione necessita di prenotazione presso le segreterie Associative.

La donazione in aferesi può essere praticata solo su donatore
consenziente, preventivamente e adeguatamente informato; a tal fine
dovrà firmare un modulo di consenso informato. In qualsiasi momento il
donatore può recedere dal suo consenso.
I prelievi di plasmaferesi e piastrinoaferesi si effettuano solo presso
il S.IM.T dell'Azienda Ospedaliera, anche per i donatori che
abitualmente donano nelle Sezioni della Provincia.

Per tutti i tipi di donazione si utilizza una sola vena del braccio.

Tutti i materiali che vengono a contatto con il sangue del donatore sono sterili e monouso per cui è impossibile qualunque tipo di contaminazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.